Home / Esteri / Marsiglia: professore ebreo accoltellato, gli aggressori inneggiavano all’Isis
Terrorismo

Marsiglia: professore ebreo accoltellato, gli aggressori inneggiavano all’Isis

L’ennesimo episodio di intolleranza e di razzismo ha sconvolto la Francia dopo i terribili attacchi terroristici che hanno colpito Parigi. Un professore ebreo, secondo quanto riferito dal canale televisivo France Info, mentre stava ritornando a casa dal centro comunitario di Yavnè è stato accoltellato a Marsiglia da tre ragazzi inneggianti all’Isis.

I tre balordi, uno dei quali indossava una maglietta inneggiante all’Isis, lo hanno prima accerchiato e poi colpito con un coltello. Durante l’aggressione i tre hanno mostrato al professore sul cellulare una foto di Mohammed Merah, il killer di Tolosa.

Dopodiché i tre sono fuggiti a bordo di uno scooter facendo perdere le loro tracce. Il professore è stato ricoverato in ospedale ma non è un pericolo di vita. L’ennesimo episodio di violenza legato all’antisemitismo dilagante proprio in Francia, considerato da tempo un vero e proprio paese multirazziale.

Questo evento tuttavia dovrebbe essere riconducibile a cani sciolti e non a cellule dell’Isis radicate in Francia, dove è ormai dilagata la psicosi-terrorismo. Sempre a Marsiglia si verificò un episodio simile: lo scorso 24 ottobre tre ebrei furono aggrediti da un 30enne armato di coltello che aveva intenzione di uccidere un rabbino.

About Francesco Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *