Home / Attualità / Tatuaggi, attenzione al rischio infezioni e alle allergie
Tatuaggi

Tatuaggi, attenzione al rischio infezioni e alle allergie

TatuaggiI tatuaggi sono molto diffusi tra i giovani che esprimono attraverso questi segni impressi sulla pelle una modalità di comunicazione dei propri valori di riferimento col gruppo dei loro pari. Tuttavia se non viene eseguito da un professionista del settore può dare luogo a reazioni allergiche anche gravi.

Lo studio

Stando a uno studio condotto dalla Langone University di New York in alcuni casi possono verificarsi dei semplici arrossamenti, a volte però si scatenano delle vere e proprie reazioni allergiche che richiedono la rimozione del tattoo.

La ricerca è stata condotta su 300 persone che sono state fermate a caso a Central Park, a cui è stato chiesto se avevano riscontrato qualche problema con i tatuaggi. Dallo studio che è stato pubblicatao da Dermatitis Contatct  emerge come il 10% dei tatuati ha avuto dei problemi dopo l’esecuzione del tatuaggio: il 60% di questi si è trovato alle prese con problemi che sono durati per più di 4 mesi.

Alla base vi  spesso una infezione batterica. Dopo il tatuaggio è normale che vi sia irritazione, arrossamento e dolore sulla zona di pelle dove è stato effettuato il tattoo. Tuttavia se dopo 48 ore questi segni non solo non passano ma peggiorano, allora è probabile che ci sia una infezione. In questi casi vi è anche febbre in genere. Nelle situazioni più gravi è quindi necessario rimuovere il tatuaggio.

In tal senso così ha spiegato Marie Leger, coautrice dello studio: “Spesso il problema è un’infezione batterica, ma in alcuni casi quello che abbiamo trovato era sicuramente una allergia all’inchiostro  persone che si sono fatte un tatuaggio rosso senza problemi, poi dopo qualche anno ne hanno fatto un altro e all’improvviso entrambi hanno iniziato a prudere e a gonfiarsi”.

Vademecum per un tatuaggio sicuro

Bosogna rivolgersi solo a tatuatori professionisti in possesso dell’idoneità igienico-sanitaria. Gli inchiostri devono essere sterili e atossici, mentre gli aghi devono essere monouso, sterili e nuovi per evitare qualsiasi possibilità di trasmissione di qualche infezione. La zona della pelle su cui si intende eseguire un tatuaggio deve presentarsi integra, sana e disinfettata.

 

About Sabatino Abbazio