Home / Esteri / Berlino, la criminalità organizzata dietro l’esplosione dell’auto?

Berlino, la criminalità organizzata dietro l’esplosione dell’auto?

Attentato BerlinoUn’auto è esplosa a Berlino nel quartiere Bismarck Strasse, provocando grande paura e tensione in tutta la città. Facile ipotizzare che sia stato un atto di terrorismo, ma almeno dalle prime ricostruzioni questa è una ipotesi poco percorribile. A bordo dell’auto Volkswagen Passat c’era un uomo, i cui dati anagrafici non sono ancora noti.

Tuttavia il quotidiano Bild ritiene che con ogni probabilità si sia trattato di un regolamento di conti tra la criminalità organizzata. L’autobomba è esplosa dopodiché ha colpito altre auto, ma a parte l’uomo a bordo non si registrano altre vittime o feriti.

A confermare l’indiscrezione della Bild arriva anche la voce della polizia, che si sente di escludere la pista che porta al terrorismo. Molto probabilmente si è trattato di un omicidio e non di un attentato, anche se per il momento non si possono escludere altre piste, non finché almeno le indagini si siano concluse.

In una conferenza stampa anche Michael Mueller, sindaco di Berlino, ha voluto rassicurare i suoi concittadini: “Allo stato delle conoscenze, non si tratta di un attentato di natura terroristica o politica, ma di un attentato a una persona e a un’automobile”.

About Luca Bonaventura