Home / Attualità / Torino e Milano, le città italiane dove si invecchia prima
Inquinamento

Torino e Milano, le città italiane dove si invecchia prima

InquinamentoL’inquinamento nelle grandi città, in particolare lo smog derivante dal particolato, porterebbe a un invecchiamento precoce di cuore e cervello.

A rivelarlo è la Sisa, ossia la Società italiana per lo studio dell’aterosclerosi in occasione della presentazione della terza Settimana Nazionale dell’Ipercolesterolemia, in programma da lunedì 19 a sabato 24 settembre.

Nello specifico è l’inalamento delle polveri sottili a determinare delle infiammazioni a carico di sangue e polmoni che a lungo andare hanno delle ripercussini anche sulla carotide. In sostanza i due fattori di rischio principali per la carotide sono rappresentati dalle polveri sottili presenti nelle grandi città e dal colesterolo. Tali fattori favoriscono l’occlusione del ramo carotideo e quindi aumentano la possibilità di eventi cardiovascolari quali infarto e ictus.

Ad esempio chi vive a Milano o a Torino presenta un rischio maggiore di invecchiare precocemente rispetto a chi vive a Roma, dove vi è un minore tasso di inquinamento.

Stando sempre ai risultati di questo studio, inoltre in caso di forte inquinamento dell’aria si è assistito anche a una modifica qualitativa del colesterolo buono, l’hdl, che risulta con ridotta capacità antinfiammatoria.

Il rischio in particolare, stando a quanto è stato sottolineato da Alberico Catapano, presidente della Società europea per lo studio dell’aterosclerosi ed ordinario di Farmacologia all’Università di Milano è che: “L’esposizione alle polveri sottili in città provoca un ispessimento della carotide, quindi l’arteriosclerosi, ma anche la formazione di placche aterosclerotiche”.

About Davide Leone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *