Home / Attualità / L’isolotto scoperto dai piloti russi

L’isolotto scoperto dai piloti russi

vacanze mareNella parte nord orientale della Russia, in Siberia nella Repubblica della Yakuzia, due piloti russi hanno fattto una sensazionale scoperta: un’isolotto di circa 50o metri quadrati di cui non risultava alcuna traccia nelle mappature. I piloti stavano sorvolando con i loro elicotteri il mare artico di Laptev, e si sono accorti che l’isolotto non è presente in alcuna mappa.

All’inizio non riuscivano a capacitarsi del fatto, pensavano a una svista, hanno comunque tracciato le coordinate decidendo di fare una seconda ricognizione. Alla sconda ricognizione effettuata con i Mi-26 stavolta non hanno avuto alcun dubbio ritrovandosi di nuovo l’isolotto esteso per circa 500 metri quadri di superficie. In base a quanto riportato dal tabloid Komsomolskaya Pravda, il nuovo isolotto è stato battezzato “Iaia”.

Riguardo al fatto che non fosse mai stato mappato al momento si sono fatte due ipotesi: la prima è che l’isolotto si sarebbe formato rcentemente ma non è molto probabile i quanto nell’Artico non esistono vulcani, la seconda maggiormente fondata è che l’isolotto esistesse già da sempre per così dire, ma che prima d’ora non fosse mai stato notato perché confuso dall’enorme coltre di ghiaccio da cui era ricoperto.

About Sabatino Abbazio