Home / Attualità / Napoli-Roma big match 8a giornata Serie A, Sarri: “La Juve è favorita ma non sono uno che si arrende”
Maurizio Sarri

Napoli-Roma big match 8a giornata Serie A, Sarri: “La Juve è favorita ma non sono uno che si arrende”

Maurizio SarriNapoli-Roma indubbiamente è il match clou di questa 8a giornata di campionato di Serie A. In conferenza stampa Sarri prova a smorzare la tensione per questa sfida certo importante ma non ancora decisiva ai fini dello scudetto: “La partita di domani è importante per noi perché veniamo da una brutta prestazione e la squadra deve subito reagire”.

Il Napoli in effetti è reduce dalla brutta sconfitta contro l’Atalanta. In quel di Bergamo la squadra è apparsa molle e spenta, incapace di lottare per vincere la gara.

NAPOLI-ROMA: l’assenza di MILIK…

Ed a proposito dell’assenza forzata di Milk così si esprime il tecnico degli azzurri: “Non si deciderà domani l’anti-Juve, il campionato è appena cominciato. L’assenza di Milik? Puntiamo su Gabbiadini e sto studiando anche delle alternative. Manolo non potrà giocare sempre ogni tre giorni. Mertens sarà utile contro le squadre chiuse e Callejon quando ci saranno più spazi. Inserirò i nuovi appena saranno pronti. In una squadra organizzata come la nostra è più difficile”.

SARRI: l’equivoco a proposito della Juventus…

A proposito poi delle parole dette a caldo subito dopo la sconfitta contro gli orobici quando Sarri dava l’impressione di aver già consegnato lo scudetto alla Juventus così ha precisato: “Non capisco perché le mie parole siano state strumentalizzate. La squadra bianconera è la favorita, lo dicono tutti: ma io nella mia carriera non ho mai mollato. Questo mi ha fatto girare le scatole: chi è passato come me dalla seconda categoria alla Champions, non si arrende. Voglio pure io lo scudetto, ma il mio contratto non dura dieci anni, quindi devo riuscirci prima”.

Insomma la gara di domani è un buon test per il Napoli per capire se la squadra ha assorbito del tutto la sconfitta contro l’Atalanta, ed anche da un punto di vista tattico visto che per i prossimi 4 mesi vedremo un Napoli più corale che dovrà per forza di cose sopperire all’assenza dell’attaccante polacco.

About Davide Leone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *