Home / Attualità / In vacanza alle terme famiglia bresciana ruba di tutto
Carabinieri

In vacanza alle terme famiglia bresciana ruba di tutto

A Saturnia in Maremma una famiglia bresciana dal tenore di vita elevato, un medico, la madre 81enne, la cugina e il figlio della dottoressa, un tredicenne, dopo una vacanza di qualche giorno in un lussuoso albergo di Manciano, è di ritorno a casa a bordo di una Mercedes quando vengono fermati in autostrada per un controllo.

Davanti agli occhi dei carabinieri si è squadernato un piccolo bazar di oggetti collocati e stipati tra i sedili e nel bagagliaio: ombrelli, tazze, teiere, marmellate, teli da bagno, accappatoi, saponette, piatti e biancheria provenienti dalla struttura termale. In tutto la refuriva poteva avere un valore stimato attorno ai 1500 euro.

Alla struttura termale nessuno si era accorta di nulla. All’albergo è stata quindi restituita la refurtiva mentre la famiglia è stata denunciata per furto. Alla magistratura sono stati segnalati anche i tre amggiorenni.

Insomma la vicenda presennta aspetti senza dubbio paradossali, dato che la famiglia risultava benestante e quindi non era assolutamente in una situazione di bisogno tale da spiegare quanto accaduto.

D’altronde è lecito presumere che anche in altre occasioni  abbiano agito allo stesso modo e che solo  una casualità, il fermo per un controllo dell’auto, abbia interrotto questo circolo.

About Anastasia Patrucco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *