Home / Attualità / Kim Kardashian evita la depressione post-partum mangiando placenta

Kim Kardashian evita la depressione post-partum mangiando placenta

Kim Kardashian come ogni personaggio del mondo dello spettacolo che si rispetti riesce sempre  a far parlare di sè. D’altronde nel bene e nel male, quel che conta in ambito gossip, è che se ne  parli. La starlette di Hollywood non riesce proprio a stare lontano dai riflettori. Tuttavia dopo le ultime due gravidanze il fisico inevitabilmente ne ha risentito, com’è normale che sia.

Per rimanere sempre in tema di gravidanza la moglie del rapper Kanye West ha rivelato nel suo blog  che anche dopo la nascita del suo secondogenito Saint, come già accaduto quando è nato il suo primo figlio North, ha intenzione di nutrirsi della propria placenta. Si tratta di una pratica diffusa tra alcune specie animali, ad esempio cani e gatti, il cui valore scientifico è controverso, ma che viene praticata anche da alcune donne.

La Kardashian in proposito ha rivelato che la placenta essendo ricca di ferro riuscirebbe a prevenire la depressione post-partum: “La placenta contiene ferro e ogni volta che assumo una di queste pillole mi sento più forte. Mangiarla aiuta anche a combattere la depressione post partum“. Ed ancora ha spiegato: “In realtà non sono quel tipo di persona che ricorre a rimedi olistici e non avrei mai pensato di mangiare la mia placenta.E quando dico mangiare la placenta voglio dire che la sto prendendo liofilizzata e trasformata in pillole, non certo cucinata come fosse una bistecca”.

Come racconta lei stessa, almeno nel suo caso,  questa cura post parto a base di placenta pare aver funzionato alla grande:”Mi sento piena di energia e non ho avuto alcun sintomo di depressione. Ogni volta che prendo una pillola mi sento bene. Lo consiglio assolutamente”.  La Kardashian ha poi annunciato che quella di Saint sarà probabilmente la sua ultima gravidanza a causa delle serie complicazioni che l’hanno accompagnata.

About Mariangela Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *