Home / Attualità / Vagina rifatta: boom di richieste per questo intervento di chirurgia estetica

Vagina rifatta: boom di richieste per questo intervento di chirurgia estetica

In America l’intervento alla vagina figura tra le operazioni che hanno subito una impennata pazzesca. In questo senso la società americana di chirurga plastica ed estetica (ASAPS), nel solo anno 2013-14 ha registrato un aumento di ben il 49%. Ma qual è il motivo per cui molte donne americane si sottopongono a questo intervento di chirurgia estetica?

In realtà ce ne sono diversi: intanto alcune donne che hanno le labbra vaginali troppo lunghe provano fastidio, se non proprio dolore durante i rapporti sessuali, ma questa eccessiva lunghezza provoca problemi anche nella vita quotidiana quando ad esempio praticano alcune attività sportive, come andare a cavallo o in bici, o semplicemente indossando un paio di jeans.

L’intervento in questione, detto anche labioplastica, viene effettuato col laser, dura in tutto circa un’ora e viene effettuato in anestesia generale. Il chirurgo plastico dottor Jennifer Walden ha detto di effettuare circa 3 interventi alla settimana di questo tipo.

Ed ha aggiunto: “Si tratta di una procedura in costante aumento in termini di popolarità. Tante donne assicurano di aver cambiato vita. Labbra allargate possono causare disagio quando le donne vestono abiti stretti, o durante il sesso“.

Insomma tra gli interventi estetici più gettonati da parte delle donne donne, oltre a bocca,  seno, addome, glutei bisogna aggiungere anche quello per la vagina. Un  altro intervento a cui ricorrono sempre di più le donne negli stati Uniti è la vaginoplastica propriamente detta che consiste in una procedura per ridurrre la vagina che in genere dopo il parto o per vecchiaia tende ad ingrossarsi.

About Anastasia Patrucco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *