Home / Attualità / Estratti di frutta, perché sono buoni per la salute?

Estratti di frutta, perché sono buoni per la salute?

Succhi estratti di frutta:  freschezza sapore e tanto benessere. Infatti oltre al gusto c’è sicuramente un motivo per cui fanno cosi bene e sono più buoni dei centrifugati. Bere un estratto vuol dire fare il pieno di vitamine, ma  minerali, enzimi e acqua a volontà.

I benefici dei succhi estratti di frutta si conoscono ormai ad ampio spettro:  è un composto ben ricco di vitamine, minerali ed oligoelementi, ma anche antiossidanti ed enzimi in quantità, per questo vanno sempre inseriti i succhi estratti nella propria alimentazione giornaliera. L’acqua presente nei succhi estratti, inoltre, ha una qualità migliore della comune acqua che si beve, per questo conviene assumerli.

Perché è importante bere estratti  di frutta

Assumere regolarmente succhi di frutta e verdura è qualcosa di  ci consente di consumare molte sostanze che in primis sono nutrienti e che in secondo luogo evitano l’abuso di fibra che, seppure fondamentalmente necessaria per la pulizia e la salute dell’intestino, non ha un vero apporto nutritivo. La presenza della fibra contribuisce ad una digestione lunga e laboriosa, il succo estratto invece è più leggeri perché filtra quasi direttamente all’interno  dell’organismo, in brevissimo tempo, digerisce ogni sostanza nutritiva.

Inoltre capita che eventuali tracce di pesticidi restano all’interno della fibra: in tal modo se l’ortaggio o il frutto scelto non dovesse biologica, il succo estratto non avrà alcun difetto “di fabbrica”.

Dice Norman Walker  autore del libro Succhi Freschi di Frutta e Verdura “I succhi estratti da frutti e verdura freschi e crudi costituiscono il mezzo per approvvigionare tutte le cellule del corpo degli elementi di cui hanno bisogno e proprio nel modo in cui possono essere meglio assimilati.”

Estrattori e centrifughe: la nuova era degli estratti di frutta

Per fare una buona centrifuga c’è bisogno degli estrattori, particolari elettrodomestici che sono nati qualche anno fa dopo aver guardato al fatto che le centrifughe in primis compiono molti giri al minuto (circa 1000) creando, per sfregamento, un riscaldamento di  frutta e  verdura che causa in effetti la distruzione di molte vitamine ed enzimi. In secondo luogo, il disco d’acciaio  permette la veloce ossidazione del succo stesso

Gli estrattori, invece, fanno meno di 100 giri al minuto dando una vera e propria estrazione di succo pure dai vegetali con più fibra (come ad esempio le carote o le patate).

Negli ultimi anni l’offerta di estrattori è di gran lunga aumentata e addirittura i prezzi dei prodotti ( che fino a qualche anno fa avevano cifre da capogiro), sono diventati accessibili. Alcuni estrattori di produttori si trovano anche a molto meno di 300 euro.

Per ottenere un succo estratto c’è dunque per causa di forza maggiore, bisogno di questo elettrodomestico specifico, quale l’estrattore di succo a freddo come quelli di Hurom Italia in grado di produrre degli estratto ad hoc.

About Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *