Home / Attualità / Statine non solo anti-colesterolo, utili anche nel prevenire il diabete
Diabete

Statine non solo anti-colesterolo, utili anche nel prevenire il diabete

DiabeteLe statine sono dei farmaci che vengono utilizzati per combattere il colesterolo, ma stando a una ricerca condotta dal Copenaghen University Hospital in Danimarca, sarebbero utili anche per contrastare il rischio di sviluppare la cecità nei pazienti che soffrono di diabete. I ricercatori avevano come obiettivo di valutare se le statine, sospettate da tempo di portare a un aumento di glucosio nel sangue, potessero nel caso di soggetti diabetici favorire il rischio di complicanze microvascolari. I ricercatori per verificare la pericolosità o meno delle statine nei soggetti diabetici hanno preso in considerazione un campione di più di 60mila pazienti diabetici.

Statine anti-diabete: i risultati della ricerca

I ricercatori hanno quindi messo a confronto 15679 pazienti che avevano usato le statine sviluppando dei problemi microvascolari prima che fosse loro diagnosticata la patologia diabetica con 47037 pazienti che invece non avevano utilizzato le statine prima della diagnosi del diabete.

Ebbene dal confronto è emerso che le persone che avevano utilizzato le statine presentavano il 34% in meno di probabilità di sviluppare una neuropatia diabetica che porta a problemi ai piedi, che nei casi più gravi possono necessitare anche di una amputazione, ed anche il 40% in meno di sviluppare una retinopatia diabetica che comporta danni alla retina che possono esitare in cecità. Infine anche una riduzione del 12% del rischio di cancrena rispetto a chi invece non aveva assunto le statine.

Per quanto riguarda invece il rischio di malattia renale, la nefropatia diabetica, non si sono osservate sostanziale differenze tra i due gruppi. Complessivamente quindi in base alle indicazini che emergono da questo studio, le statine soprattutto se assunte prima della diagnosi non sembrano favorire le complicanze microvascolari nei pazienti con diabete. La ricerca è stata pubblicata su The Lancet Diabetes and Endocrinology.

About Sabatino Abbazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *